Viaggio in Egitto: cosa sapere prima di andare

Viaggi

Tesori storici e archeologici strabilianti, tante cose da fare e da vedere sono soltanto alcuni validi motivi per pianificare un viaggio in Egitto. Tuttavia prima di partire, ci sono delle importanti cose da sapere in modo da regolarsi di conseguenza e vivere l’esperienza senza particolari patemi d’animo. In riferimento a quanto sin qui premesso, vediamo come prepararsi per trascorrere delle vacanze spensierate e memorabili nella magnifica terra d'Egitto.

Valutare il fattore sicurezza

Nessun Paese al mondo può definirsi completamente sicuro al 100%: la sicurezza infatti non può essere garantita in ogni angolo del globo. Premesso ciò, questo è un problema che deve essere considerato seriamente prima di recarsi in Egitto, in quanto ci sono alcune precauzioni che bisogna prendere come ad esempio prenotare un hotel con ampia sicurezza o il tour con una compagnia turistica esperta, nella maggior parte dei casi fornita dall’agenzia di viaggi che si sceglie sia essa una operante sul territorio che online. Il crimine in Egitto è tuttavia considerato piuttosto basso e raro, anche se deve esserci la consapevolezza dell’esistenza della piccola delinquenza che potrebbe prendere di mira effetti personali o attuare delle truffe. Sapere in anticipo queste importanti cose è un ottimo modo per non farsi trovare impreparati e godersi la vacanza senza stress e preoccupazioni.

Considerare i costi aggiuntivi

Uno dei migliori consigli di viaggio che si può fornire a chi sta pianificando un viaggio in Egitto è quello di prepararsi a dover pagare dei costi aggiuntivi in diversi momenti e località. Per fare qualche esempio, ci sono biglietti separati da acquistare per la mostra della mummia reale al Museo Egizio del Cairo, per il permesso fotografico alla Valle dei Re, il treno passeggeri al Tempio di Hatshepsut e l'ingresso alle camere di sepoltura delle piramidi. Da ciò si evince che è necessario preparare un budget ulteriore di circa il 30-40% in modo da coprire le suddette spese extra che potrebbero comprendere pasti, bevande, mance e il visto d'ingresso per l'Egitto.

Prenotare un tour con un'azienda rispettabile

Un altro valido consiglio che vale la pena accettare quando si tratta di pianificare un viaggio in Egitto, consiste nel prenotarlo con un’agenzia rispettabile. In genere quest’ultima propone di viaggiare in gruppo, anche se c’è la possibilità pagando un piccolo extra di optare per un tour privato con guide esperte di egittologia e conducenti altrettanto abili che hanno navigato nel traffico caotico come professionisti. Prenotare un tour privato in Egitto è quindi di gran lunga una delle migliori decisioni da prendere in occasione di un viaggio in questo Paese, poiché non è una destinazione facile da visitare con qualsiasi mezzo. La guida delle auto in questa località medio -orientale è pazza, frenetica e a tratti folle. Le corsie designate e i cambi delle stesse con opportune segnalazione non esistono, e quindi per chi non è del luogo diventa difficile districarsi. Da ciò si evince che anche se si adora noleggiare auto e intraprendere viaggi su strada, l'Egitto è un luogo in cui conviene accantonare l’idea optando invece per un autista locale esperto che aiuti a spostarsi in massima sicurezza. Detto ciò, va altresì aggiunto che una delle prime cose che la guida turistica dirà sul viaggio in Egitto riguarda l'acqua del rubinetto che non è sicura da bere nè tantomeno da usare per lavarsi i denti. Gli hotel e le compagnie turistiche forniscono per questo motivo acqua in bottiglia ai loro ospiti, oppure consigliano di far bollire quella del rubinetto nella classica caraffa elettrica presente in molte strutture ricettive e che in genere si usa per preparare il tè.