Come integrare una cantinetta vino con lo stile della tua cucina?

Arredamento

Sommelier ed esperti di vino, ma anche semplici appassionati e degustatori: chi non vorrebbe una cantinetta in casa per conservare al meglio la propria collezione di bottiglie?

Non sarebbe straordinario disporre di una cantina sotterranea a cui poter accedere ogni giorno? Ovviamente, non tutti ne possediamo una in casa. La nostra fortuna è però che oggi a questo problema c'è una valida soluzione.

I negozi online come cantinettavino permettono a chiunque oggigiorno di acquistare un vero e proprio frigo-cantina da integrare ai propri spazi abitativi. Queste cantinette favoriscono il mantenimento delle caratteristiche organolettiche del vino, delle esigenze di freschezza, e fan sì che possiate sempre disporre di una bottiglia da stappare all'occorrenza.

Non tutte le cantinette sono uguali però. In questo articolo andremo a discutere idee e consigli da cui trarre ispirazione su come integrare una cantinetta vino con lo stile della tua cucina e le variabili più importanti da tenere in considerazione.

 

Dimensioni e spazio

Installare una cantinetta nella propria cucina non dev'essere una fonte di stress ma un divertimento. Questo pezzo di arredamento deve servire allo scopo di aggiungere un tocco di classe alla casa, di sfoggiare la tua collezione di vini e di completare la composizione della tua cucina. Per quanto riguarda la collocazione ecco le due tipologie di cantinette tra cui scegliere:

È la soluzione ideale per chi ha poco spazio ma non vuole rinunciare ad avere una cantinetta. Inoltre per sua natura va a integrarsi agli altri elementi della cucina.

Tra queste troviamo, tra le più utilizzate, la cantinetta incassata nella colonna che sfrutta il vantaggio dell'altezza disponibile e mantiene una larghezza standard di 60 cm.

Un'altra soluzione per ottimizzare al meglio lo spazio è anche la cantinetta incassata a pavimento in cucina in versione "sotto-piano", cioè posizionata sotto il piano di lavoro. 

Un altro consiglio per ottimizzare è quello di scegliere una cantinetta senza maniglie sporgenti, ma che disponga di apertura "push-pull".

  • cantinetta a libera installazione

Se lo spazio non è un problema si valuti l'alternativa freestanding che, in poche parole, funziona come un frigo classico, e si può trovare di varie dimensioni per poter riempire a piacimento un piccolo angolo della cucina.

 

Il design

Non tutti sanno che le più moderne cantinette sono dei veri e propri pezzi di design e d'arredo da poter integrare con lo stile della propria casa. Ecco allora che la cantinetta non è più solo "un altro elettrodomestico" da collocare nel salotto, o in una cucina, ma diventa un oggetto dal look moderno e avveniristico che impreziosisce e arricchisce l'ambiente circostante. Ogni modello di frigo-cantina può infatti inserirsi all'interno di uno specifico arredamento e di un mood che può variare da quello più classico e tradizionale a uno stile più minimale, glamour e di tendenza.
Per gli arredamenti più classici consigliamo un cantinetta dalla foggia più tradizionale simile a quella di un frigorifero. Quest'area può essere arredata poi con dei mobili o elementi decorativi in legno per dare un sapore più rustico all'ambiente, mentre i colori ideali da scegliere variano dal rosso, al bordeaux, al marroncino cioccolato.

Per gli arredamenti più moderni e contemporanei è consigliabile utilizzare dei colori più freddi, un design più minimale dalle linee pulite e essenziali e un materiale industriale come l'acciaio. I modelli total black sono molto apprezzati.